a cura di Francesco Tadini e Melina Scalise

21 febbraio 17 marzo 2013

Isa Locatelli è un’esploratrice del linguaggio delle cose. Nelle sue tele l’assemblaggio e la composizione dei materiali si mescola alla ricerca pittorica per dare a chi guarda una dimensione nuova delle cose e del loro significato. Come Burri usava materiali poveri per raccontare, per evocare alla memoria storie vissute, Isa Locatelli, usa le cose non solo per questo, ma anche per evidenziare le loro relazioni. L’artista trasferisce su un oggetto usato o un sacco, su una sagoma o una forma, su un pezzo di iuta o una rete, su un legno o un fil di ferro tutta le potenzialità espressive dell’individuo. I titoli dei suoi lavori parlano di incontri, di sguardi che si scambiano, di coppie che si trovano, di luoghi di riflessione o semplicemente di accadimento.

Melina Scalise

1) Pieghevolie Legami
39 L..
40 L.
Spazio Tadini, Milano
a cura di Francesco Tadini e Melina Scalise
21 febbraio 17 marzo 2013